Vai al contenuto

Elemento ACQUA

Ed eccoci ad un nuovo elemento della medicina tradizionale cinese: l’elemento acqua (se vuoi scoprire di quali abbiamo giá parlato eccoli: fuoco, terra e metallo).

Cosa ti viene in mente pensando all’Acqua?

Pioggia, mare, fiumi, torrenti laghi e molto altro vero?

L’Elemento Acqua rappresenta tutto questo ma in particolare rappresenta la vita stessa!

Noi veniamo formati nell’acqua (liquido amniotico) e siamo composti per il 70% di questo favoloso elemento.

L’acqua è importante in quanto idrata ed è un elemento capace di assumere sempre nuove forme nel suo naturale movimento di discesa verso il basso e verso la profondità. Ci hai mai pensato?

Che cosa rappresenta in noi l’elemento Acqua?

Il tipo “Aqua” è spesso determinato, autoritario, deciso, riesce bene in ciò che intraprende, è orientato verso un traguardo. Mira al successo sociale, ai riconoscimenti, ama il potere e ammira i potenti. Si adatta facilmente a qualunque ambiente o persona con cui ha a che fare, è fluido, cambia forma a seconda delle persone con cui è a contatto, a volte non è onesto, è intuitivo, imprevedibile, soffre di cattiva memoria (o in alternativa ha una memoria superiore alla media), può essere molto aggressivo oppure molto dimesso.Dà il meglio di sé all’interno di un contesto dove c’è competizione, l’uguaglianza lo annoia e lo spegne, ha bisogno di distinguersi. Ha grandi ambizioni, vuole fare le cose in grande ed è veramente in grado di riuscire a realizzare grandi cose grazie alla sua determinazione e forza di volontà. 

Le persone Acqua tendono ad aggirare gli ostacoli per raggiungere uno scopo, che sia il proprio o un fine “più grande”, sono (come l’acqua) difficili da contenere; amano la pace, sono comprensivi verso gli altri e rilassati, ottimi negoziatori e leali nel lavoro, molto diplomatici, ma anche strateghi, alla fine finiscono spesso per fare ciò che vogliono. Sono consapevoli e sensibili. Spesso sono degli ottimi addetti alle pubbliche relazioni, alle “rappresentanze”, o all’opposto, se in squilibrio, possono essere assaliti da paura e insicurezza, essere ansiosi, isolati, scoraggiati ed avere la tendenza alla solitudine ed una sorta di disgusto per la vita e di disinteresse generalizzato.

I meridiani corrispondenti all’elemento Acqua sono Vescica e Reni

La Vescica Urinaria è associata all’Inverno. Essa è connessa a tutto l’apparato urinario, come pure all’ipofisi e al sistema nervoso autonomo che concorrono alla secrezione dei reni, l’urina, che è il prodotto finale della purificazione dei liquidi del corpo. Il rilascio è la fase finale della trasformazione delle energie, in quanto le urine sono i liquidi impuri carichi di tossine e di scorie del corpo.

L’ora solare di massima forza della vescica urinaria si colloca tra le 15 e le 17.

Insieme al Rene, essa permette di gestire ed eliminare i “vecchi ricordi”, i vecchi schemi profondi che portiamo in noi e che siamo pronti a cambiare, ad abbandonare. Tale ruolo può essere facilmente compreso poiché questi due meridiani sono in stretta relazione con il sistema nervoso autonomo che è, esso stesso, la porta psicologica del nostro inconscio, ossia ciò che reca, per l’appunto, le nostre più profonde memorie.

Sul piano fisiologico, questo meridiano corrisponde alle ossa, al midollo osseo, alle orecchie. A livello psicologico è associato alla severità, al rigore, alla decisione, al senso dell’ascolto.

I Reni controllano la composizione e la secrezione dei liquidi organici da cui dipende l’energia vitale e vigilano il sistema di difesa contro lo stress.
Purificano il sangue isolando ed eliminando le sostanze tossiche per il corpo. Controllano infine le ghiandole surrenali sinistra e destra.

Questo ruolo dà loro la capacità di gestire le nostre paure e i nostri atteggiamenti di reazione nei confronti del mondo.

Squilibri nel meridiano dei Reni sono associati ai sintomi psicologici delle fobie o alle paure eccessive e al facile trasalire.

La nostra aggressività, la nostra reattività, la nostra fuga (adrenalina), oppure la nostra calma, la nostra capacità di spegnere ciò che si infiamma sono gestite dai reni, grazie al loro controllo delle ghiandole surrenali.

I Reni hanno il compito di immagazzinare l’Acqua e l’energia essenziale non immagazzinata in ciascuno degli altri organi, per i loro specifici bisogni. Essi sono, per di più, la base stessa dell’equilibrio Yin/Yang dell’energia, in quanto la loro vita dipende dalla combinazione dell’Acqua e del Fuoco dei Reni

Ovvero:

  • Il rene destro riflette la condizione dei surreni e del sistema endocrino, ed è stato tradizionalmente considerato come “il fuoco che porta la vita”. Le sue disfunzioni sono associate alla fatica e al calore in testa.
  • Il rene sinistro riflette la condizione del metabolismo dell’acqua e regola la formazione delle urine ed è considerato come “il rene dell’acqua”. le sue disfunzioni sono associate all’edema (gonfiore) e al raffreddamento delle estremità.

Essi sono alla base stessa della forza vitale e favoriscono in modo particolare l’energia riproduttiva.

Vi contribuiscono per la caratteristica Yang/Fuoco.
Grazie al carattere Yin/Acqua essi equilibrano il loro stesso Fuoco mediante l’apporto di energia essenziale che costituirà il vettore «materiale» associato al vettore «vitale».

Sul piano fisiologico e psicologico, questo meridiano è associato agli stessi elementi della Vescica.

La sua ora solare di maggior intensità si situa tra le 17 e le 19.

Forte vero?

Ti ritrovi in qualcosa di quello che ho scritto?

Ti aspetto al prossimo articolo dedicato ai meridiani dell’agopuntura cinese e ti parlerò dell’Elemento Legno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *